Anestesia dentista: costi e modalità

Scritto da

Anestesia dentista

L’anestesia dal dentista è un aspetto molto importante, perché permette di affrontare in modo adeguato diverse tipologie di pazienti e disturbi.

La durata dell’anestesia può variare a seconda del tipo di anestetico usato e della tipologia di intervento. Nel caso di anestesia locale, se il dentista usa la lidocaina l’effetto dura circa 40-50 minuti. Se la lidocaina viene associata a un vasocostrittore, l’effetto può durare di più. Nel caso invece di anestesia totale, l’effetto dipende dal dosaggio e dalla reazione del paziente, ma in media si protrae per circa 5/6 ore.

Gli effetti collaterali dell’anestesia dal dentista sono limitati, quelli più comuni comprendono:

  • Reazione allergica all’anestetico usato;
  • Senso di nausea e vomito;
  • Mal di gola (a causa dell’intubazione prevista dall’anestesia totale);
  • Dolori articolari.

Anestesia dentista: quale scegliere

L’anestesia locale eseguita dal dentista consente di eseguire interventi semplici e complessi evitando ogni tipo di dolore al paziente, che in questo caso resta sveglio ma perde la sensibilità della bocca. Solitamente, viene iniettata attraverso una siringa direttamente nella bocca del paziente; in certi casi, come nel trattamento di bambini, vengono usate delle pomate o soluzioni spray anestetiche.

L’anestesia totale (o generale) è una soluzione pratica e indolore adatta a diverse tipologie di pazienti, dalle persone che soffrono di odontofobia a quelle con problemi cardiopatici, ed è indicata anche nel caso di interventi complessi e lunghi. Con l’anestesia generale, il paziente viene addormentato e, oltre a non percepire alcun dolore, non conserverà alcun ricordo dell’intervento.

Anestesia dentista: costi

Mentre il costo dell’anestesia locale è incluso nel preventivo del dentista, nel caso dell’anestesia generale il paziente dovrà sostenere delle spese aggiuntive, legate all’affitto di una sala operatoria e all’eventuale ricovero dopo l’intervento.

Se un normale intervento in anestesia locale può essere eseguito direttamente nello studio odontoiatrico, un intervento in anestesia totale può essere effettuato esclusivamente nella sala operatoria di una clinica privata. Una clinica privata possiede i farmaci anestetici a uso ospedaliero richiesti e tutte le attrezzature per l’intubazione naso-tracheale del paziente.

Il costo di un intervento in anestesia generale dipende anche dal tipo di ricovero scelto.

I diversi regimi di ricovero

L’intervento in anestesia totale può essere eseguito in diverse modalità:

  1. Day Hospital: si utilizza la sala operatoria e il paziente viene dimesso al termine dell'operazione, dopo il risveglio. Questo regime è indicato per gli interventi odontoiatrici più semplici, per trattamenti singoli o per poche terapie multiple (ad esempio, ablazione tartaro, otturazioni, una o più cure canalari). È il tipo di regime più economico perché non è previsto l’uso di una stanza di degenza.
  1. Day Surgery: oltre alla sala operatoria, il paziente ha accesso a una camera, sia prima che dopo l'intervento. Se, al risveglio, l’odontoiatra non riscontra problemi o disturbi particolari, la persona viene dimessa il giorno stesso dell’operazione. È un regime indicato per interventi di media complessità e terapie multiple limitate (ad esempio, l’estrazione di 4 denti del giudizio).
  1. Degenza ordinaria: Una volta operato, il paziente resterà ricoverato all’interno della clinica, sotto stretto controllo medico. È consigliato nel caso di riabilitazioni complesse con estrazioni ed impianti multipli. È il regime di ricovero preferibile per le persone con particolari disturbi fisici o psichici, per chi viene da un’altra città o non può contare su familiari o amici durante il post-intervento. È la soluzione più onerosa perché prevede il pernotto in clinica del paziente e di un eventuale accompagnatore in una stanza riservata, prima e dopo l’operazione.

I vantaggi dell’odontoiatria in anestesia totale

Anestesia totale dentistaSe è vero che i costi di un intervento odontoiatrico in anestesia generale sono più alti rispetto al classico trattamento in anestesia locale, è altrettanto vero che questa tecnica permettere di ottenere notevoli vantaggi:

  • Trattamento di pazienti speciali: adulti e bambini con problemi psichici o malattie particolari (autismo, Parkinson, Alzheimer, tumori, ecc.);
  • Possibilità di interventi multipli: è possibile eseguire più trattamenti, anche impegnativi, in una sola seduta, facendo risparmiare tempo e denaro al paziente;
  • Superamento definitivo dell’odontofobia: l’anestesia totale dal dentista può aiutare il paziente a vincere la fobia del dentista una volta per tutte.