Anestesia generale e cura dei denti

anestesia generale per le cure dentali

“Perché dovrei curarmi i denti in clinica?”

È una domanda che mi pongono spesso i pazienti, ma non esiste una sola risposta.

In odontoiatria esistono due tipi di anestesie ideali per pazienti odontofobici o “speciali” e per cure odontoiatriche complessi:

Anestesia dentista gravidanzaMolte pazienti mi chiedono se l’anestesia dal dentista per donne in gravidanza sia pericolosa, quali sono i rischi correlati e le precauzioni da seguire. Mal di denti, carie e infiammazioni possono rendere necessario un intervento odontoiatrico durante la gestazione: per questo è importante conoscere tutti i rischi collegati all’uso dei farmaci anestetici e di strumenti radiografici.

Anestesia dentista effetti collateraliGli effetti collaterali dell’anestesia dal dentista (locale o totale) sono molto rari, così come i rischi derivanti dal suo impiego nella terapia odontoiatrica. In certi casi, gli anestetici locali possono provocare una reazione allergica: per questo motivo, nel caso di pazienti a rischio allergie il dentista richiede i test allergometrici. Se il risultato è positivo, esegue una profilassi farmacologica anti-allergica seguendo un rigido protocollo operativo, in modo da evitare qualsiasi pericolo.

Durata anestesia dentistaL’anestesia dal dentista ha una durata diversa a seconda della tipologia e dei farmaci anestetici utilizzati, e viene eseguita per garantire al paziente assenza di dolore e di sensibilità nella parte trattata durante l’intervento odontoiatrico. Mentre nell’anestesia locale il paziente, pur non sentendo alcun tipo di dolore, resta sveglio, nell’anestesia generale si ha invece una perdita di coscienza totale, per cui diventa necessaria l’intubazione rinotracheale (facendo passare il tubo dal naso) per la respirazione assistita.  

Bambini e anestesia totaleSempre più spesso mi capita di avere a che fare con bambini con bisogni speciali, che necessitano di cure dentali e non trovano risposte nelle strutture odontoiatriche pubbliche.

Sai chi sono i pazienti con bisogni speciali? Quando si parla di special needs ci si riferisce a diverse disabilità che riguardano l’attività motoria, sensoriale, le disabilità psichiche o le malattie neurologiche.

Anestesia dentista

L’anestesia dal dentista è un aspetto molto importante, perché permette di affrontare in modo adeguato diverse tipologie di pazienti e disturbi.

La durata dell’anestesia può variare a seconda del tipo di anestetico usato e della tipologia di intervento. Nel caso di anestesia locale, se il dentista usa la lidocaina l’effetto dura circa 40-50 minuti. Se la lidocaina viene associata a un vasocostrittore, l’effetto può durare di più. Nel caso invece di anestesia totale, l’effetto dipende dal dosaggio e dalla reazione del paziente, ma in media si protrae per circa 5/6 ore.

Bambini e la paura del dentistaSe iniziamo a parlare di bambini e paura del dentista si apre un mondo di psicologia e di comportamenti corretti o sbagliati.

Io non essendo uno psicologo non entro in questi ambiti ma voglio farti conoscere il punto di vista di un odontoiatra che si trova a dover curare i denti dei più piccoli e che quindi si confronta con loro proprio su quella poltrona che gli fa tanta paura.

Paura del dentista e anestesia totaleQuello che si scatena dentro ognuno di noi quando dobbiamo andare dal dentista è molto diverso: c'è chi lo affronta con serenità e chi entra in uno stato di ansia solo a sentir parlare di ''paura del dentista e anestesia totale''.

C'è bisogno però di capire meglio questa tipologia di paura in modo da poterla affrontare concretamente.

Pulizia dei denti in anestesiaQuando affronto l'argomento della pulizia dei denti con anestesia mi trovo davanti sempre a due tipi di reazione:

  1. “Eh che esagerato. Ma che sarà mai fare una pulizia dei denti”
  2. “Io non voglio sentire niente neanche durante la semplice pulizia quindi pretendo l'anestesia”

Estrazione dente del giudizio anestesia totaleQuando parlo di ''estrazione dente del giudizio in anestesia totale'', la maggior parte delle persone rimane perplessa e impaurita.
Lo capisco bene, c'è talmente tanta disinformazione in giro che subito si pensa a lunghe degenze in ospedale, riprese lente e chi più ne ha, più ne metta.

E' ovvio che l'estrazione denti in anestesia totale è più profonda di una semplice sedazione e che richiede qualche ora in più per rimettersi in piedi. Ma ciò non vuol dire che è un pratica invasiva e poco utilizzata da noi dentisti.

Pagina 1 di 2