Cure odontoiatriche in ospedale privato

Scritto da

Curare denti ospedale privatoIn un momento in cui in Italia si eseguono tagli al welfare e alla spesa per la Sanità e l’offerta odontoiatrica pubblica è inferiore all’8%, a Casalpalocco parte un nuovo progetto innovativo con il Prof. Livio Gallottini: un servizio odontoiatrico in ospedale privato.

In un momento in cui in Italia si eseguono tagli al welfare e alla spesa per la Sanità e l’offerta odontoiatrica pubblica è inferiore all’8%, a Casalpalocco parte un nuovo progetto innovativo con il Prof. Livio Gallottini: un servizio odontoiatrico in ospedale privato.

Prof. Gallottini, cosa significa “Cure odontoiatriche in Ospedale”?

L’attività odontoiatrica è di solito soprattutto svolta in uno studio od in un ambulatorio,ma a volte può essere necessario l’uso della sala operatoria in un ospedale e quindi
può anche essere consigliato un ricovero programmato di degenza in “Day Surgery”o di degenza ordinaria.

Al dentista può essere utile la sala operatoria?

Sicuramente, in alcuni casi, ci può essere l’indicazione per un intervento in sedazione cosciente per via endovenosa oppure in anestesia generale.

Interventi chirurgici?

Sì. Interventi di chirurgia orale, implantologia dentale e chirurgia maxillo-facciale, ma anche altri tipi di interventi odontoiatrici.

Quali sono gli interventi di chirurgia orale?

Estrazioni dentali multiple e/o complesse, estrazioni di denti inclusi, estrazioni di germi dentali (“germectomie”) e di denti soprannumerari, chirurgia disinclusiva (ad esempio i canini inclusi), chirurgia endodontica, parodontale, preortodontica e preprotesica, chirurgia delle neoformazioni cistiche delle ossa mascellari, chirurgia dei tessuti molli del cavo orale, chirurgia orale LASER-assistita e mediante l’uso del microscopio operatorio.

Quali sono, invece, gli interventi di implantologia dentale?

Riabilitazioni implanto-protesiche semplici e complesse, trattamenti delle edentulie parziali e totali, trattamenti delle atrofie delle ossa mascellari (ricostruzioni ossee preimplantari, rigenerazione ossea guidata ed innesti ossei), chirurgia implantologica guidata computer-assistita e “flap less”, implantologia post-estrattiva immediata ed implantologia a “carico immediato”.

Si possono svolgere in sala operatoria anche interventi strettamente odontoiatrici?
Sì. Interventi di odontoiatria “immediata” e di odontoiatria in soggetti con “bisogni speciali” (“special needs”).

Cosa significa odontoiatria “immediata”?
L’odontoiatria “immediata” viene anche detta “one day dentistry” o “teeth in a day” e vuol dire eseguire riabilitazioni odontoiatriche complesse in “una singola seduta”. Sul paziente vengono svolte in un unico appuntamento molteplici prestazioni odontoiatriche integrate e finalizzate alla riabilitazione globale di una o di entrambe le arcate dentali (pulizia dei denti, estrazioni, chirurgia, devitalizzazioni, ricostruzioni, protesi e così via).

Cosa vuol dire, invece, odontoiatria in soggetti con “bisogni speciali”?
Sono interventi odontoiatrici in pazienti con “vulnerabilità sanitaria”, pazienti “non collaboranti”, bambini molto piccoli o persone molto anziane, soggetti portatori di handicap e diversamente abili, soggetti con patologie sistemiche quali ad esempio cardiopatie ed in Terapia Anticoagulante Orale, pazienti odontofobici e pazienti con il riflesso faringeo accentuato (vomito). Tutti questi pazienti possono ricevere delle cure odontoiatriche in “una singola seduta”.

Quali vantaggi offre la sala operatoria?
La sala operatoria permette di eseguire interventi odontoiatrici e di chirurgia in massima sicurezza, in un “ambiente protetto” ospedaliero, in presenza dello specialista in anestesia e rianimazione, in sedazione cosciente per via endovenosa od in anestesia generale, senza paura, senza dolore e senza disagio in una “singola seduta”.

E’ necessario il ricovero?
A seconda del tipo di intervento, può essere consigliato un ricovero programmato di degenza in “Day Surgery” o di degenza ordinaria. Entrambi i ricoveri prevedono una stanza singola messa a disposizione per il paziente e per un’ eventuale accompagnatore.
Nel “Day Surgery” il paziente viene dimesso alle ore 18,00 dello stesso giorno dell’intervento, mentre nella degenza ordinaria il paziente trascorre una notte in ospedale sotto supervisione medica.

Sono necessari degli accertamenti diagnostici per sottoporsi ad un intervento in sala operatoria?
Sì. Noi prevediamo un servizio di preospedalizzazione con un “day service ambulatoriale”, dove il paziente esegue il prelievo ematico per gli esami di laboratorio, la visita specialistica cardiologica, l’elettrocardiogramma e la misurazione della pressione arteriosa, la T.A.C. Dentascan di una o di entrambe le arcate dentali, la radiografia del torace (se necessaria), eventuali altri accertamenti diagnostici e/o consulenze specialistiche (se
necessarie), eventuale predeposito ematico autologo (se necessario) e visita specialistica anestesiologica per il nulla osta all’intervento, tutto nello stesso giorno, ottimizzando così i tempi.

Questo servizio si svolge in un ospedale pubblico?
No. Noi svolgiamo questo servizio di cure odontoiatriche in un ospedale privato, non accreditato, ad alta specialità, nel territorio, senza lista di attesa, in cui i pazienti possono sfruttare tutte le forme di assistenza e copertura sanitaria integrativa (fondi sanitari integrativi collettivi ed aziendali, enti, casse e società di mutuo soccorso e assicurazioni varie).

Prof. Gallottini, da chi è svolto questo servizio?
Il servizio è svolto dal mio team, costituito, oltre che dal sottoscritto, dal chirurgo orale ed implantologo dentale (specialista in odontostomatologia) e dallo specialista in anestesia e rianimazione e dagli assistenti dentali, dotati di esperienza e competenze professionali specifiche, il tutto coadiuvato dallo staff sanitario di un ospedale privato ad alta specialità.