Vivere con tanti limiti: i disagi di un odontofobico

Scritto da

disagi odontofobicoSe dopo aver letto il titolo di questo articolo hai deciso di capire quali sono i disagi di un odontofobico, è molto probabile che tu sappia di che cosa soffre e come vive la sua vita nel quotidiano. Un odontofobico vive le sue giornate con dei grandi limiti, è questa la verità. Parlo di limiti, perché è il termine più adatto per far capire quanto soffre chi ha paura del dentista. Il suo disagio va oltre ogni idea di normalità.

Una sciarpa legata attorno alla bocca per non far vedere i propri denti. Nessun sorriso in pubblico per evitare di essere scoperti – giudicati – dalla persona con cui si parla. Il profilo whatsapp racconta foto di bambini, illustrazioni o immagini astratte. Chi soffre di questo disagio non ha voglia di mostrarsi, forse crede di non poterlo fare per via del suo problema.
Perché l’odontofobico sa che ha un problema ma cerca di rimandare il momento in cui dovrà curare i denti; spesso è convinto si possa trovare un’altra soluzione. Se arriva il dolore prende degli antinfiammatori con la speranza di calmare il suo male. Se non risolve, si affida a cure fai da te e solo se si ritrova senza più energie prenota una visita dal dentista ma non è detto che poi riesca ad andarci. Potrebbe scappare mentre è in sala d’attesa se sente rumori “sospetti”, potrebbe sedersi sulla poltrona del medico ma poi avere uno smarrimento improvviso, sentirsi male di stomaco e fuggire con nausea e senso di vomito.

Immagina a cosa va incontro se non cura i denti ma non è capace di superare la sua paura e preferisce conviverci, anche con dolori continui e limiti.

4 disagi di un odontofobico da non sottovalutare

Tra i disagi di un odontofobico, ce ne sono alcuni più comuni, che si riversano sulla vita quotidiana:

  • Paura di sorridere in pubblico
  • Timore nel parlare davanti alla gente
  • Ansia e agitazione quando si è guardati
  • Problemi nella masticazione o nel mangiare

Chi ha paura del dentista vive una vita a metà. Si preclude la possibilità di lasciare andare un sorriso sincero, quando ne ha voglia e senza limiti, nasconde la sua personalità e indossa una maschera quotidiana, che l’aiuta a soffrire meno per il suo problema. Socializza poco o per niente, si sente sempre in difetto.

Si parla troppo poco di questo problema ma la verità è proprio questa. Il ragazzo che ha paura di andare dal dentista, preferisce non sorridere più davanti ai suoi amici pur di farsi i curare i denti. La sua paura è più forte della voglia di stare bene, con una bocca sana.

Come si aiuta chi soffre di odontofobia?

Non tutti i medici sono in grado di aiutare un paziente che ha paura del dentista. Gli anni di esperienza in clinica odontoiatrica e il mio percorso da professore universitario mi confermano ogni giorno che per aiutare un paziente odontofobico c’è un’unica soluzione, l’anestesia totale.

Con l’anestesia totale i disagi di un odontofobico spariscono perché il paziente sa che non sentirà nessun dolore. Completamente addormentato e sereno, il medico dentista può eseguire un intervento e sistemare i denti senza traumi. Il risultato? Il paziente si risveglia con dei denti nuovi e ritorna a casa che ha risolto il suo problema per sempre. In un solo giorno e senza il pensiero di dover combattere con una paura insuperabile, questo servizio consente di curare i denti in maniera veloce, pratica e indolore.

Insomma, è la soluzione migliore per vedere meno possibile il dentista ma ritornare a mostrare dei denti sani e belli!