Impianti dentali: prezzi, durata e modalità d’intervento

Scritto da

Impianti dentali prezziI prezzi degli impianti dentali variano molto a seconda del tipo di intervento eseguito per sostituire la dentatura naturale. Vediamo insieme in cosa consistono gli impianti dentali, e le diverse tecniche implantari.

Cosa sono gli impianti dentali?

Gli impianti dentali, spesso chiamati perni o chiodi dai non addetti ai lavori, sono delle radici artificiali costituite da viti di titanio, e vengono utilizzate per rimpiazzare i denti mancanti. Ogni dente infatti è costituito da una corona (la parte esterna alla gengiva) e una radice (all’interno della gengiva), l'impianto va a sostituire la radice.

Gli impianti sono l'alternativa alle protesi rimovibili (dentiere) oppure alle protesi fisse su denti naturali, che richiedono però la limatura dei denti sani per essere applicate.

Gli impianti dentali vengono utilizzati nelle seguenti situazioni:

  • Mono-edentulia: un solo dente mancante;
  • Edentulia parziale: più denti mancanti;
  • Edentulia totale: tutti i denti mancanti.

Dopo l’inserimento dell’impianto (la vite in titanio) viene posizionata una protesi fissa: una corona singola nel caso di mono-edentulia oppure un ponte costituito da più corone nel caso di edentulia parziale o totale. Tali protesi vengono avvitate e cementate sugli impianti e non sono rimovibili, per questo si parla spesso di denti fissi nuovi.

L'intervento per l'inserimento di un impianto richiede circa 45-60 minuti. L'impianto ha una durata media di 10-15 anni, con una percentuale di sopravvivenza fino ai 15 anni del 90-95%.

Tra i principali rischi dell’implantologia dentale, vi è un’elevata percentuale di fallimento implantare (pari a circa il 50%) nei fumatori e nei pazienti che hanno perso i denti a causa della piorrea.

Tecniche di inserimento di impianti

Gli impianti possono essere inseriti in anestesia locale, sedazione cosciente o anestesia totale subito dopo aver estratto un dente, oppure a distanza di tempo dall'estrazione dentale. Nel primo caso si parlerà di impianto post-estrattivo immediato, nel secondo di impianto post-estrattivo differito.

La protesi fissa può essere applicata subito dopo l’inserimento della vite in titanio (protesi implantare a carico immediato) o nelle 24-48 ore successive (protesi implantare differita).

Tuttavia, per l’inserzione degli impianti dentali è necessaria la presenza di osso naturale: se quest’ultimo non è sufficiente in quantità o qualità, sarà necessario procedere con la rigenerazione ossea guidata, una tecnica chirurgica finalizzata a ricreare del tessuto osseo mediante l’utilizzo di membrane ed eventuali materiali di riempimento. Anche in questo caso, l'inserimento dell'impianto può essere contestuale (immediato) oppure differito.

Soluzioni implantoprotesiche per l’edentulia totale

Nei casi di edentulia totale (assenza di tutti i denti) esistono essenzialmente tre soluzioni:

  1. Protesi mobile totale: la classica dentiera, che può però creare problemi nella percezione dei sapori e dare nausea o vomito.
  2. Tecnica All-On-Four: una soluzione rapida in cui il dentista inserisce almeno 4 impianti e, entro le 24 ore successive, applica la Toronto Bridge, una protesi fissa sostitutiva di un’intera arcata dentale. Eventualmente, a distanza di 6 mesi è possibile sostituirla con una protesi differita costituita da denti in ceramica.
  3. Rigenerazione ossea e riabilitazione implantoprotesica: si inizia con una rigenerazione ossea guidata, eseguendo il grando rialzo del pavimento del seno mascellare. Poi si inseriscono 6/8 impianti e si attendono circa 8 mesi: in questo lasso di tempo il paziente potrà indossare una dentiera. Passato questo periodo, il dentista esegue una protesi fissa totale composta di 12 denti in ceramica, avvitata o cementata. Questa tecnica può essere sostituita dall'inserimento di impianti zigomatici o pterigoidei, degli impianti "speciali" indicati per la risoluzione di casi complessi come le atrofie gravi delle ossa mascellari, in grado di fornire una soluzione implantoprotesica in 24 ore.

Implantologia dentaleL’odontoiatra pianificherà la soluzione più adatta in base alla diagnosi pre-operatoria finalizzata a valutare l'osso residuo. Tale diagnosi viene eseguita attraverso una visita specialistica, una radiografia panoramica e una TAC Dentascan, oppure una tomografia computerizzata Cone Beam (CBCT). La CBCT è una speciale tecnica radiologica in grado di fornire immagini digitali in 3D ad altissima risoluzione con un’unica scansione, con tempi di esposizione e dosi radianti più basse rispetto ad una TAC dentale tradizionale.

Impianti dentali: prezzi

Il costo di inserimento di un impianto singolo può variare dai 750,00 ai 1.000,00 euro, ma tale prezzo esclude eventuali cure dentali complementari. Se desideri ricevere un preventivo personalizzato senza impegno, contattami compilando questo form.