Come lavoro per curare i denti ai bambini con sindrome di down

Scritto da

Curare i denti ai bambini special needsPer un genitore di un bambino affetto da sindrome di down, ogni aspetto della vita quotidiana può risultare difficile, anche curare i denti. Scegliere il medico dentista giusto, specializzato nella cura dei pazienti con bisogni speciali (special needs) è la soluzione migliore per affrontare un intervento di igiene dentale senza ostacoli e con serenità.

Curare i denti a un bambino con sindrome di down significa educarlo a una corretta prevenzione orale come si fa con tutti i figli, con la differenza che si deve essere preparati a intraprendere un lavoro più lungo e non sempre collaborativo. Può capitare, infatti, che il bambino sia un cosiddetto paziente poco collaborante, ossia non voglia andare dal dentista.
Per i genitori di questi bambini anche solo entrare nello studio dentistico diventa complicato, un ostacolo insuperabile; per il bambino può essere visto come una paura che gli crea uno scompenso emotivo. Per il medico è un momento ingestibile, non affrontabile da tutti gli specialisti.
A questo si aggiunge un altro problema. Il bambino affetto da sindrome di down può avere necessità di diversi controlli periodici per verificare lo stato di salute di denti e bocca. Non sempre familiarizzare con lo studio dentistico e sentire il medico un suo alleato basta per farlo stare tranquillo.

Curare i denti a un bambino con sindrome di down: cosa può fare un genitore?

La soluzione migliore in questi casi è affidarsi a un dentista specializzato nella cura di pazienti odontofobici o con bisogni speciali. Un medico con questa specializzazione è perfettamente in grado di gestire qualsiasi situazione. Non è obbligato a organizzare opere di convincimento per curare il bambino, opera con tecniche anestesiologiche che rendono il paziente poco collaborativo sereno, perché addormentato grazie alla sedazione cosciente o all’anestesia totale.

Parlo di serenità perché per curare i denti, la serenità del paziente e del familiare è molto importante, aiuta a tornare a casa con un trattamento dentale eseguito in maniera corretta, senza imprevisti. È giusto che un genitore viva la cura dei denti del proprio figlio con la giusta tranquillità, senza che diventi un momento di disagio o un ostacolo per il benessere della famiglia.  

Come lavora un dentista special care

Il dentista capace di curare i denti ai bambini con sindrome di down - o con altre patologie - opera con l’anestesia generale o con la sedazione profonda per via endovenosa. Non importa quale sia il motivo della seduta. In questi casi, infatti, può utilizzare questo trattamento anche solo per estrarre dei denti da latte. L’intervento diventa semplice e indolore, perché il bambino viene addormentato e non si rende conto di nulla. Al suo risveglio potrà tornare a casa con i genitori e gli verrà risparmiato un momento di disagio, pianti, lotte ed estenuanti ribellioni contro il medico dentista.
Affidarsi al medico giusto, perché lavora ogni giorno con questa tipologia di pazienti e conosce i singoli casi da trattare, è la soluzione migliore per vivere il momento dal dentista con la serenità che serve a tutta la famiglia.

Continua a seguirmi e leggere il mio blog, perché parlerò sempre di questi argomenti.