Da dove nasce e perché si scatena la paura irrazionale del dentista

Scritto da

paura irrazionale del dentistaForse non ci hai mai pensato ma in tanti soffrono della paura irrazionale del dentista. Utilizzo il termine irrazionale proprio perché non sanno nemmeno da che cosa nasce questa paura, è inconscia o hanno imparato a conviverci.
Non ne parlano, non raccontano i loro timori. Li vedi con i denti cariati, molto spesso senza denti. Si privano di mangiare in base ai loro desideri e stanno attenti quando sono in compagnia. Non sorridono con naturalezza, non sono spontanei quando parlano e tentano di coprirsi la bocca con le mani.
Certo, non tutti i casi sono identici e capita di vedere persone a loro agio anche se hanno problemi ad andare dal dentista. Eppure soffrono anche loro, soffrono di questa paura irrazionale del dentista che limita il loro quotidiano, li tiene dipendenti da una fobia che non va sottovalutata.

Che cosa si nasconde dietro la paura del dentista

Non importa scegliere uno studio con a disposizione le tecnologie più avanzate del momento e nemmeno essere rassicurati da parenti e amici. Possono dirti che il dentista consigliato è tra i più delicati della tua città, cura anche i problemi dentali dei bambini, rispetta i tuoi tempi e ha uno staff giovane, che ti accoglie con il sorriso. Tutto questo passa in secondo piano nel momento in cui arrivi dal dentista.
Prendi appuntamento, decidi che finalmente questa è la volta giusta, in cui curerai i denti per smettere di soffrire ed eliminare quel dolore su cui gli antidolorifici non fanno più effetto. Sai che puoi farcela ma quando suoni il campanello e ti accomodi in sala d’attesa senti che anche questa volta non riuscirai e vincere sulla tua paura. Inizi a essere nervoso, sudi alle mani, ti guardi attorno guardingo, ti viene anche il capogiro e un senso di nausea che non avevi prima di entrare nello studio.  Non ce la fai nemmeno stavolta, devi rimandare a quando sarai più pronto.

Dietro questa paura del dentista, che si può chiamare anche odontofobia, patologia riconosciuta dall’Organizzazione Mondiale della Sanità, si nasconde un trauma inconscio, delle esperienze negative che ti hanno segnato nel profondo. Potresti non ricordarlo ma forse in passato hai sofferto per delle cure dentali invasive. Anni fa, infatti, non sempre si aveva delicatezza con il paziente, la società stessa e le famiglie si arrendevano al sacrificio di dover soffrire per curare i denti, anche senza nessuna anestesia. Oggi le cose sono cambiate e l’odontoiatria moderna vince l’odontofobia ma risentiamo ancora di una cultura del dolore che non è del tutto andata via, che lascia strascichi pesanti in base a quello che si è vissuto.
Oggi si può intervenire anche con l’anestesia totale o la sedazione cosciente, metodi anestesiologici che consentono di operare senza far sentire nessun dolore al paziente. La persona, infatti, viene addormentata e al suo risveglio si ritrova a sorridere di nuovo perché il suo problema è stato risolto.

La paura irrazionale del dentista può dipendere anche da un timore inspiegabile per odori e rumori dello studio, come il trapano. Un’altra motivazione può essere che la persona non vede quello che il medico sta facendo mentre interviene sulla cura dei denti. Non avere la possibilità di vedere e quindi capire, lo rende fragile. In più, l’intervento è in una parte del viso e questo porta ancora più agitazione.

In tutti i casi, per superare questa paura irrazionale del dentista devi essere seguito in uno studio medico all’avanguardia, specializzato nella cura dei pazienti odontofobici. Un medico dentista che lavora con l’odontofobico non fa sentire nessun dolore al suo paziente e, grazie all’anestesia totale, può eseguire un impianto dentale e una protesi fissa in un solo giorno di trattamento, per evitare che si vada in più sedute dal temuto dentista.

Sapere che oggi si può vincere questa paura irrazionale è confortante e aiuta a vivere meglio il momento in cui bisogna pensare alla salute dei propri denti, a prescindere da quale sia il problema.