Prezzi dentista: come risparmiare per curare i denti?

Scritto da

Prezzi dentista - Quanto costa le cure odontoiatriche?

Quando si parla di ''prezzi dentista'' qualsiasi persona va sulla difensiva e pensa immediatamente a qualcosa di costoso.

Infatti la cosa che mi sento dire più spesso è: “Le cure dentali costano tanto...come posso fare?”.

Oggi voglio fare una riflessione generale per farti capire come risparmiare per curare i denti senza entrare in merito ai costi del dentista, di ogni pratica o intervento anche perché ogni odontoiatra ha un suo listino e un suo specifico modus operandi.

Prezzi dentista: conviene l'odontoiatria pubblica o il privata?

Parlando dei prezzi del dentista si fa subito un confronto con l'odontoiatria pubblica.

Purtroppo l’odontoiatrica pubblica praticamente NON esiste, eroga attualmente meno dell’8% dell’offerta odontoiatrica e ci sono liste di attesa infinite. L’odontoiatria è quindi quasi esclusivamente privata!

È chiaro, però, che un problema ai denti (soprattutto quando si sente dolore) non può essere rimandato e non si può aspettare settimane o addirittura mesi per essere curati.

Inoltre, se un problema dentale piccolo si trascura per molto tempo, diventa più grande e l'impegno economico sicuro aumenta. Quindi aspettare molti mesi o rimandare per una questione economica non è il miglior modo per risparmiare.

Prezzi dentista: come spendere meno dal dentista?

Abbassare i prezzi del dentista non è semplice: ci sono i costi dei materiali e di tutto ciò che andrà nella tua bocca che non possono essere tagliati e ne vale sopratutto la TUA salute.

Ecco perché voglio metterti al corrente di 3 modi per spendere meno per le tue cure dentali (per l'impianto dentale, l'apparecchio, la pulizia dei denti e via dicendo).

  1. Un modo per spendere di meno è avere un’assicurazione sanitaria. Ormai sul mercato ci sono varie compagnie di assicurazione che coprono anche le cure dentali e gli interventi in sala operatoria in clinica privata.
  2. Un altro modo è pretendere la ricevuta sanitaria dal dentista.

Tutti i medici, compreso l’odontoiatria, NON devono applicare l’IVA del 22% sulle prestazioni mediche ed odontoiatriche e la ricevuta è deducibile (si può scaricare dalle tasse) per il 19% dell’importo.

  1. Il terzo modo, infine, è quello di chiedere una dilazione di pagamento mediante un finanziamento delle cure dentali. I dentisti possono erogare, mediante apposite convenzioni con istituti di credito anche finanziamenti fino a 60 mesi (5 anni), in alcuni casi anche a tasso di interesse zero per il paziente. In questo caso il paziente può diluire la spesa nel tempo e la terapia diventa sostenibile.

Ricevuta sanitaria, assicurazione sanitaria e credito al consumo sono 3 modalità per rendere sostenibili le terapie dal dentista anche in clinica privata, senza dover ricorrere al turismo dentale e doversi rivolgere all’estero senza alcuna tutela professionale.

Vuoi più informazioni sul nostro listino prezzi o desideri un preventivo gratuito? Contattami, clicca qui.