La paura del vomito dal dentista: come superarla

Scritto da

La paura del vomito dal dentista

La paura del vomito dal dentista è riconducibile all’emetofobia, una paura ingiustificata per il vomito che spesso causa crisi di panico nei soggetti che soffrono di questo disturbo di tipo ansioso. Gli emetofobici tendono ad evitare le situazioni o le attività che potrebbero aumentare il rischio di vomitare o di vedere altri che vomitano: i luoghi affollati, i ristoranti, i mezzi di trasporto pubblici e anche le visite dentistiche.

Queste persone hanno il terrore che l’inserimento degli attrezzi odontoiatrici possa provocare dei conati di vomito, e per questo evitano l’appuntamento con il dentista oppure interrompono la seduta in preda all’ansia. L’emetofobia è spesso associata a una più generale paura del dentista (odontofobia o stomatofobia), un disturbo che alla lunga può portare a un grave peggioramento della salute della bocca.

È importante distinguere questo disturbo di origine psicologica dall’iperreflessia, un’accentuazione del riflesso faringeo che porta alcune persone ad avere conati di vomito durante la seduta dentistica.

L’iperreflessia

Il riflesso faringeo provoca una contrazione dei muscoli della gola (muscoli faringei) in risposta ad uno stimolo portato sulla superficie mucosa alla base della lingua, per evitare di inghiottire sostanze od oggetti potenzialmente nocivi per la salute e prevenire il soffocamento.

In alcuni pazienti questo riflesso è fortemente accentuato: appena sentono le mani o gli strumenti odontoiatrici all’interno della bocca, le persone affette da iperreflessia faringea sono colte da una sensazione di nausea e conati di vomito. Tali sintomi sono più accentuati nei settori posteriori della bocca, quando si devono trattare i denti molari. Le cause dell’iperreflessia possono essere fisiologiche, ovvero provocate dagli strumenti del dentista o dai medicinali somministrati, oppure psicologiche, legate alla paura del dentista o a precedenti esperienze negative.

Persino l’inserimento di uno specchietto o delle dita del dentista provoca disagio e malessere nel paziente, e per questo motivo diventa impossibile eseguire anche un semplice intervento di igiene orale o fare una corretta diagnosi per decidere le terapie odontoiatriche necessarie.

Paura del vomito dal dentista: rimedi

L’emetofobia e l’iperreflessia faringea dal dentista possono essere risolti con la medesima cura: la sedazione profonda per via endovenosa o l’anestesia generale

Con questo tipo di terapia, il paziente dormirà e non proverà alcun tipo di ansia o paura, e il dentista potrà effettuare i controlli e le cure odontoiatriche necessarie senza provocare nausea o conati di vomito.

Grazie alla presenza di un medico anestesista, le terapie sono eseguite senza alcun rischio per il paziente, che nel giro di 24 ore potrà tornare alle sue attività ordinarie.

Le cure dentistiche in sedazione profonda e anestesia totale permettono di:

  1. Eseguire le analisi diagnostiche necessarie per decidere la terapia odontoiatrica più indicata: rilevamento delle impronte dentali, esami radiologici e ispezioni del cavo orale.
  2. Svolgere gli interventi periodici di igiene orale;
  3. Estrarre denti danneggiati, rimuovere denti del giudizio, inserire impianti dentali, eseguire otturazioni o cure canalari.

Vuoi superare una volta per tutte la paura del vomito dal dentista? Contattami per un consulto gratuito.